Ieri è andata in scena la prima gara del campionato Fc1 EuroSeries di Esportseries.net
Gara molto attesa dai nostri piloti, che hanno dovuto fare i conti con una vettura brutale, velocissima ed estremamente complicata, oltre che all’alto livello che questo campionato prospettava e conferma tutt’ora.
Alle prequalifiche accedono con relativa agevolezza Emilio Longo ed Alessandro Ottaviani, mentre Roberto Pignataro riesce ad entrare in extremis nei primi 26, occupando la 25esima posizione. Un po’ di amarezza per Riccardo Sartoretto e Giovanni De Pilla, che non riescono ad accedere alla gara, complice il poco feeling che hanno trovato con questa difficile vettura.
QUALIFICHE
La sessione di qualifiche conferma l’elevatissimo livello del campionato, con i nostri piloti in difficoltà. Longo si qualifica 13esimo, Ottaviani 15esimo, mentre un deluso Pignataro vede la sua qualifica finire molto presto, a causa di un problema con l’indicatore del carburante, che lo lascia senza benzina nelle prime fasi di qualifica e lo relega in 25esima e penultima posizione.

GARA
La gara si preannuncia, quindi, molto combattuta in tutte le zone della classifica… o perlomeno così volevamo che fosse andata. La realtà dei fatti, invece, ha portato alla luce delle problematiche di gestione gara da parte dei piloti nettamente il contrasto con la denominazione PRO del campionato. Già dalla prima curva si scatena una carambola mai vista, che porta la DG a far intervenire la Safety Car. Sotto regime di SC uno sfortunato Pignataro, a causa dell’ennesimo freeze del suo computer, tampona violentemente Benedetti ed entrambi sono costretti a una sosta ai box, che li fa scendere nelle parti basse della classifica. Il problema maggiore, tuttavia, si verifica alla ripartenza: una gestione del passo ridotto pessima, da parte del pacchetto di centro gruppo, innesca la seconda grande carambola della gara, in cui vengono coinvolti Longo in maniera leggera, con pochi danni alla vettura ma tanta frustrazione e in modo pesante Pignataro, che colpisce ai 290km/h una delle vetture ferme in mezzo alla pista, causando danni seri alla scocca e la rottura del motore; gara finita.
Ottaviani e Longo quindi, devono affrontare più che la pressione della gara, la paura di non essere sbattuti fuori: una mentalità che nessun campionato dovrebbe infondere nei piloti.
Ma purtroppo la sfortuna è di nuovo protagonista: Ottaviani, mentre era in settima posizione, viene colpito pesantemente da Vaccari, che in quel momento ha accusato un brutto lag. La vettura del pilota di Frosinone finisce in ghiaia, con le sospensioni divelte e anche la sua gara termina.
A Longo viene quindi trasferita la pressione di dover, in qualche modo, arginare i danni. Il nostro pilota fa appello a tutte le sue note abilità e riesce in un’impressa pazzesca; finisce la gara, infatti, sesto, dopo essere partito fuori dalla top 10 ed essere stato vittima di un tamponamento in curva 1.
Un risultato strabiliante per lui, che conferma il suo elevato talento.

Di sicuro ci saremmo aspettati una griglia più attenta, ma soprattutto consapevole di ciò che fa. Purtroppo le nostre aspettative sono state deluse e ci auguriamo vivamente di non imbatterci nella stessa situazione al secondo appuntamento del campionato, tra due settimane, sul circuito di barcellona.

Facciamo il tifo per i nostri ragazzi e vi diamo appuntamento a giovedì 18 aprile!

Condividi

Condividi questa novità con i tuoi amici!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: