Dopo la delusione di Montecarlo, i nostri piloti hanno lavorato per analizzare le scorse gare e presentarsi al Hungaroring, sede del quinto round stagionale, carichi e competitivi.

QUALIFICA:
Dopo una Pre-Qualifica molto tranquilla, cinque dei nostri piloti hanno preso parte al Weekend. In qualifica, Alessandro Ottaviani conferma il suo ottimo stato di forma, con una quinta posizione e si conferma il più veloce dei piloti AKR. Subito dietro di lui, un ottimo Claudio Costarelli, con un Ottavo posto convincente. Più attardato, Emilio Longo in Tredicesima posizione, che per via del traffico eccessivo, non è riuscito a concludere un giro cronometrato senza problemi. Infine, troviamo Roberto Pignataro e Giovanni De Pilla, rispettivamente in Diciannovesima e Ventunesima posizione.

GARA:
Allo spegnimento dei semafori, Alessandro Ottaviani ha un ottimo spunto e con una staccata in Curva 1, riesce a guadagnare fino alla Seconda posizione. ottima partenza anche per Costarelli, che riesce a guadagnare una posizione alla prima curva. Purtroppo Emilio Longo, non ha avuto la stessa fortuna; Dopo un ottimo spunto, è stato toccato dalle due Drive-In Autosport, facendolo girare e danneggiando la sua vettura, creando scompiglio a centro gruppo. In compenso, De Pilla e Pignataro hanno avuto uno spunto regolare e sono usciti indenni dalla carambola innestata dai due Drive-In, ai danni del Neo-Campione FC4. Entra la Safety Car e neutralizza la gara, dando ai piloti il tempo di ricompattarsi per il Re-Start della gara. Purtroppo, un freeze durante il regime di SC da parte di Ottaviani, crea una leggere incomprensione tra Gianluca Favorito e il pilota AKR. 

La gara riparte con Alex Turato che cerca di scappare per ipotecare la vittoria e pensare al titolo piloti. Dietro di lui, si scatena una lotta a 5 per la seconda posizione, con Ottaviani, Favorito, Schettino, Di Stefano e Trifilio a giocarsi il podio. In una fase apparentemente tranquilla, Ottaviani perde la bellezza di 5 posizioni, per via di un bloccaggio all’ultimo settore. 

Nel frattempo, Costarelli ingaggia una lotta a distanza con Sciurti, costringendolo all’errore e guadagnando la posizione sul pilota Rivetto Racing Team. Dalle retrovie, Emilio Longo prova la furiosa rimonta. Purtroppo dovrà arrendersi alle difficoltà di guida di una F2004 con 140 litri di benzina e sospensioni danneggiate, ritirandosi dalla gara. Verso la metà gara, Ottaviani è costretto ad una sosta anticipata per via dell’ala anteriore danneggiata in un contatto con il muro in curva 6. Roberto Pignataro, è protagonista di una lotta con due SKB Racing, anche dopo il Pit-Stop. Purtroppo, terminerà con un contatto tra i due, causa Lag di connessione.

La gara procede senza particolari colpi di scena, ma negli ultimi giri, Pignataro conclude un ottimo soprasso ai danni di Catalano. Dopo una gara sofferta, Ottaviani termina Settimo, con Costarelli Ottavo. A seguire, Pignataro Tredicesimo e De Pilla Quindicesimo. Una gara interessante, dove Costarelli e Ottaviani avevano un buon passo gara e potevano giocarsi molto di più, ma alla fine, qualcosa è andato storto, “vanificando” gli sforzi fatti dai nostri piloti per cercare il massimo risultato. Come Team siamo ancora in lotta e siamo vicini ai Top, sarà interessante capire chi riuscirà a spuntarla alla fine dell’ultimo Round a Silverstone.

Ringraziamo i nostri piloti ed i nostri sponsor per l’impegno e il supporto per far crescere il Team. Vi aspettiamo nel Rush finale a Silverstone, il 13 Giugno, dove AKR Sim Racing si gioca il campionato dedicato ai Teams con i Fast&Aged e il Rivetto Racing Team!

Condividi

Condividi questa novità con i tuoi amici!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: